alga klamath super fit

Alga Klamath Super Fit funziona o truffa? Recensioni ed opinioni di chi l’ha provato

Alga Klamath Super Fit: un nuovo aiuto per perdere peso, o l’ennesima promessa non mantenuta? Cerchiamo di scoprirlo con questo articolo.

Alga Klamath quale comprare

Sono in molti a chiedersi quale alga Klamath comprare. Dopo aver visto diversi prodotti, abbiamo capito che uno dei migliori è Alga Klamath Super Fit.

Ora, a meno che non ci sia tra chi legge qualche esperto nutrizionista, dubitiamo che quest’alga vi suoni familiare. Eppure, come vedremo, è una neo-promossa nella classe dei “secchioni” del cibo: i superfood.

Cosa sono i superfood? Si tratta di cibi che si trovano in natura (radici, verdure, bacche, frutti…) e che sono un mix “perfetto” di nutrienti. Perché sia definito tale, un superfood deve quindi avere un giusto equilibrio tra carboidrati, grassi (sani) e proteine. E deve anche garantire dei vantaggi per la salute: proprietà antiossidanti, riduzione del colesterolo cattivo, prevenzione dell’ipertensione…

Attualmente, se cercate su Instagram l’hashtag #superfood troverete circa 3,6 milioni di foto! Provate poi a chiedere a Google cosa ne pensa dei superfood, e lui vi risponderà con 226 milioni di articoli… E non c’è programma tv culinario che di possa dire tale senza parlare di bacche di goji, semi di chia, avocado o simili.

Ma quando è iniziato questo trend, e perchè?

La storia dei superfood

In realtà i primissimi esempi di superfood risalgono alla Grande Guerra. La United Fruit Company iniziò allora un’entusiastica campagna pubblicitaria per pubblicizzare un superfood dalle proprietà incredibili.

Questo alimento fuori dal comune veniva promosso con volantini e manifesti che ne decantavano i valori nutrizionali. Ed era la prima volta che questi venivano usati per vendere di più, facendo leva sui vantaggi per la salute.

Qual era il proto-superfood? Nient’altro che la banana! Si raccomandava di inserirla nella dieta quotidiana, per godere dei suoi benefici e del suo delizioso sapore. Si suggeriva di mangiarla con i cereali a colazione, con l’insalata a pranzo e fritta con la carne la sera.

Questa campagna promozionale era rivoluzionaria. Non era mai accaduto prima che un cibo fosse venduto per le sue proprietà nutrizionali e non solo per il suo sapore.

La letteratura medica dell’epoca sostenne queste pubblicità, facendo loro da megafono. L’American Medical Association annunciò che inserire le banane nella dieta dei bambini poteva addirittura guarire la celiachia. Non si era infatti ancora scoperto che è il glutine ad essere alla base di questo disturbo.

La banana divenne l’emblema del cibo salutare. La United Fruit Company, creando un importante precedente, usava le teorie dei medici come slogan pubblicitari. È passato un secolo e ora sappiamo che molte di queste teorie erano sbagliate, ma conta il meccanismo.

La salubrità di un cibo diventava allora uno dei possibili mezzi per venderlo al grande pubblico. La banana si guadagnava così la medaglia di primo superfood nella storia.

Oggi la situazione è molto cambiata. Internet permette alle informazioni di viaggiare a velocità virali. Nuovi superfood vengono scoperti ogni mese, ma sempre con un meccanismo non lontano da quello degli albori della banana.

Qualche ricerca scientifica rileva delle proprietà interessanti di un ingrediente. Qualcosa di particolarmente utile per la salute, magari in relazione a qualche patologia diffusa. Da qui i produttori si interessano a questo ingrediente e lo commercializzano riprendendo quella ricerca per dimostrare credibilità. E il mercato li premia.

Solo nel 2015 si è registrato un +36% nelle vendite di cibi e bevande etichettate come “superfood”.

Secondo un sondaggio effettuato in Germania, i tedeschi hanno dichiarato che i cibi che acquistano devono essere innanzitutto “salutari”. Due anni prima l’aggettivo più utilizzato era stato un altro: “gustoso”. Hanno perso posizioni in classifica anche altre caratteristiche: “con poche calorie”, “economico”, “veloce da cucinare”.

Superfood: funzionano veramente o è solo moda?

Come leggere quella che indubbiamente è una moda in ascesa? Il fenomeno è complesso, e non si può ridurlo a una battuta o a un giudizio semplicistico. Proviamo a fare un commento generale, prima di parlare proprio dell’ennesimo superfood, l’alga Klamath, e di un integratore per dimagrire che ne sfrutta i benefici.

Il trend dei superfood sicuramente genera un enorme giro di affari. Basta andare a leggersi qual è il fatturato dei produttori di avocado negli ultimi anni. Certi cibi super hanno senza dubbio generato guadagni altrettanto super. E questo può far sospettare di ipocrisia gli stessi produttori, che hanno tutto l’interesse a decantare virtù inesistenti dei loro prodotti.

Ma non siamo più ai tempi della banana che cura la celiachia. Oggi abbiamo questa potentissima arma a doppio taglio chiamata Internet. Se i produttori utilizzano delle ricerche scientifiche per vendere di più, sta a noi clienti verificare le fonti. E questo non richiede ore di studio o trasferte in biblioteca.

Chiunque oggi può googolare “banana” e scoprire che no, questo frutto tropicale non è una cura per la celiachia. Ma è in effetti un superfrutto per altri motivi. E no, mangiarla con l’insalata non è proprio la migliore delle idee. Ma certo tenerla nella sacca da palestra per uno spuntino dopo l’allenamento è un buon modo per fare il pieno di potassio.

Il fatto quindi che ci sia un giro di affari immenso attorno ai superfood non significa che le loro virtù siano false. E sul web possiamo controllarle facilmente. Davvero l’avocado e i semi di chia fanno bene? Perché? E non possono essere sostituiti da cibi locali altrettanto efficaci? La risposta non è “nel vento”, come cantava Bob Dylan, ma “nella Rete”. E non è neanche tanto nascosta.

La moda del cibo salutare potrà anche essere nata per motivi superficiali. Le modelle di Instagram hanno bisogno di cibi per rimanere in forma, e magari strappare un contratto di collaborazione ai loro produttori? Di sicuro questo finirà per “spingere” molto un determinato prodotto.

Ma vale lo stesso discorso fatto per il volume di denaro mosso da questa fetta di mercato. È davvero rilevante che la moda del cibo “healthy” sia alimentata da un sistema superficiale, che premia l’apparenza sulla sostanza? Se il risultato è che la gente mangia cibo più sano, e rinuncia alle patatine fritte per un toast all’avocado, non dovremmo tutti rallegrarci?

Il mondo contemporaneo finirà sui libri di storia come la “civiltà delle immagini”. Inevitabilmente quindi anche il cibo viene preso in questo meccanismo. Ma quello che conta, alla fine della giornata, non è forse che cosa ci siamo messi in pancia? Un mercato che “spinge” i superfood non è meglio di un mercato che “spinge” il junk food?

Per non fare la figura degli ingenui dobbiamo sottolineare che spesso gli stessi produttori che fino a ieri vendevano cibo spazzatura oggi vendono bacche di goji. E questo la dice lunga sulle loro vere motivazioni. Ma poco importa: noi cavalchiamo con piacere quest’onda di salutismo. Perché solo se il salutismo vende possiamo essere certi che arriveranno sul mercato più prodotti che fanno bene.

Per concludere: per i motivi “sbagliati”, oggi abbiamo accesso a molti più cibi “giusti” di vent’anni fa. Manteniamoci vigili, informiamoci ed evitiamo di cadere nelle trappole del marketing. Ma allo stesso tempo, per una volta che la moda ci propone prodotti validi, approfittiamo del momento favorevole e diamoci ai superfood. Controllandone sempre l’efficacia e la provenienza.

Alga Klamath Super Fit è un integratore che in qualche modo si colloca all’interno di questo nuovo trend. Ma è solo un modo per vendere di più, o quest’alga serve davvero a qualcosa? Scopriamolo.

Alga Klamath per dimagrire

Alga Klamath Super Fit è un integratore per dimagrire che ha due soli ingredienti: l’alga Klamath e le carrube. Questa semplicissima formula si ripromette di aiutare chi ha problemi di peso in diversi modi:

  • riducendo le calorie assimilate
  • dandoci un senso di sazietà
  • risparmiandoci le controindicazioni comuni a tanti dimagranti

Una lista così stringata degli ingredienti fa capire che il prodotto si affida completamente alla loro efficacia. Possono delle alghe e della carrube mixate in una pastiglia farci dimagrire?

Come funziona Alga Klamath Super Fit

Abbiamo visto che in Alga Klamath Super Fit ci sono solo alghe Klamath e carrube. È venuto il momento di capire quali siano i loro effetti, andando a fare la conoscenza con quest’alga dal nome misterioso.

Che cos’è l’alga Klamath

Quest’alga viene dall’omonimo lago di Upper Klamath, nell’Oregon. Queste alghe azzurre si sono rivelate utili nel mantenimento di una flora intestinale sana, oltre a favorire la digestione. Permettono inoltre al corpo di immagazzinare meno grasso e allo stesso tempo di ripulirne i depositi nel fegato e nel sangue.

Come quasi tutti i superfood, aiutano anche a migliorare i livelli di energia, e ci portano a bruciare di più calorie. Come la Spirulina (alga molto simile), rafforzano i muscoli e aumentano la resistenza negli atleti.

Il vegetale che dà il nome ad Alga Klamath Super Fit è una delle poche microalghe commestibili, e si differenzia dalle altre poiché cresce spontanea in un ambiente ricco di minerali. Il considerevole contenuto di nutrienti è dovuto all’origine vulcanica del lago del quale sono originarie.

Elemento importante per valutarne il consumo, quest’alga si riproduce molto facilmente. Significa che se anche si dovesse svuotare l’intero lago di alghe, entro pochi giorni di rigenererebbero. È quindi un prodotto ecosostenibile.

L’ingrediente chiave di Alga Klamath Super Fit contiene uno spettro completo di antiossidanti naturali, minerali organici e oligoelementi. Oltre a vitamine, amminoacidi (ha il 60% di proteine: livelli più alti della carne!), grassi buoni ed enzimi essenziali.

In particolare, contiene un alto contenuto di pro-vitamina A come il beta-carotene, vitamine del gruppo B, vitamina K e più di 50 minerali. Alga Klamath Super Fit ci permette di avere accesso anche a una vasta gamma di di oligoelementi, compresi i rari fluoro e vanadio. Si tratta di due sostanze che contribuiscono alla normalizzazione della glicemia, ovvero il livello di zuccheri nel sangue.

L’alga verde-blu Klamath contiene anche tutti i 15 carotenoidi, una famiglia di pigmenti naturali che sono potenti antiossidanti. E a differenza del betacarotene isolato che può promuovere l’ossidazione, questo più ampio spettro di carotenoidi ha una significativa capacità antiossidante. Vuol dire che preserva e ringiovanisce le cellule del nostro corpo.

È anche una delle fonti originali di Omega 3 con una proporzione equilibrata con Omega 6 (3:1). Ha dimostrato di diminuire i livelli plasmatici di acido arachidonico: ha quindi ha proprietà antinfiammatorie.

Quali sono le proprietà benefiche dell’alga Klamath

Tutti questi nutrienti spiegano in parte i suoi benefici per il sistema nervoso. Ad esempio le vitamine del gruppo B e il magnesio sono importanti per la tolleranza allo stress. Gli amminoacidi sono i mattoni per la produzione di neurotrasmettitori e gli antiossidanti e gli Omega 3 sono necessari per avere neuroni sani.

Alga Klamath Super Fit è anche utile per l’eliminazione di tossine dannose. L’alga contiene infatti un’elevata quantità di clorofilla, che è un potente antiossidante, un antisettico naturale e un equilibratore del pH.

Possiede anche capacità antitumorali e può legarsi a sostanze chimiche ambientali, impedendo loro di attaccarsi al DNA. Ogni anno tonnellate di sostanze chimiche, metalli pesanti e agenti cancerogeni vengono rilasciati nell’atmosfera. Questi possono accumularsi nei nostri tessuti, compreso il nostro sistema nervoso. La clorofilla ne facilita l’escrezione, depurandoci.

Molti professionisti usano l’alga Klamath per supportare la funzione ottimale del sistema nervoso, anche a supporto dei malati di Alzheimer.

Recentemente, il dottor Stefano Scoglio del Centro di ricerca sulla nutrizione del Dipartimento di Scienze Naturali dell’Università di Urbino, Italia ha coordinato studi clinici sull’alga Klamath. Ha potuto così dimostrare la capacità di quest’alga di dare sollievo dai disturbi dell’umore come depressione e ansia.

L’alga Klamath e la salute del cervello

In particolare c’è un “ingrediente” che spiega il valore particolare delle alghe Klamath come integratore di supporto del cervello. Oltre all’ampia gamma di nutrienti citati, lìalga è una preziosa fonte di feniletilamina (PEA). Si tratta di un’anfetamina endogena naturale in grado di modulare l’umore.

Conosciuta come la “molecola dell’amore“, questa anfetamina aumenta le endorfine naturali normalmente prodotte quando siamo innamorati o durante l’esercizio. Agisce attivando la neurotrasmissione della dopamina e di altre catecolamine nel cervello.

A differenza delle anfetamine sintetiche, che non vengono metabolizzate facilmente e danneggiano il sistema nervoso, la PEA è considerata un neuromodulatore naturale. Può essere utilizzato secondo le nostre esigenze omeostatiche e viene rapidamente eliminato quando non è più necessario.

È stato dimostrato che l’assunzione orale di PEA stimola la concentrazione, fornisce energia mentale e aumenta la libido. Può anche ridurre il dolore aumentando la produzione di endorfine. Grazie al suo effetto sulla serotonina, può poi ridurre lo stress e l’ansia.

Alga Klamath Super Fit e la perdita di peso

In definitiva, la sua presenza i Alga Klamath Super Fit si spiega perché:

  • controlla e previene l’aumento del colesterolo e dei trigliceridi
  • è in grado di evitare malattie come il diabete o l’obesità, poiché controlla i livelli di zucchero nel sangue e glucosio (Roy-Lachapelle, Solliec, Bouchard e Sauvé, 2017), per cui viene spesso inserita nelle diete dimagranti
  • migliora l’assorbimento dei nutrienti
  • ritarda il processo di invecchiamento cellulare
  • ci dà energia
  • garantisce una grande quantità di arginina nell’organismo, aiutando a mantenere il tessuto muscolare e favorendone la definizione e il rafforzamento
  • migliora le funzioni cerebrali, la memoria e il mal di testa grazie alle sue vitamine e aminoacidi.
  • come potente antiossidante, previene anche le infiammazioni digestive. Inoltre, gli acidi grassi che contiene, come gli Omega 3, aiutano il processo di digestione.
  • aiuta a tonificare e rafforzare i muscoli grazie al suo alto contenuto proteico, cosa che lo rende molto utile quando si cerca di definire e tonificare il corpo
  • è un ottimo disintossicante e, grazie al suo alto contenuto di minerali, aiuta la rigenerazione cellulare dell’organismo.

Carrube

Il carrubo è una specie di arbusto sempreverde da fiore che appartiene alla famiglia delle Fabaceae. Si trova nell’intera regione mediterranea, nel Medio Oriente fino all’Iran. Viene coltivato per i suoi baccelli commestibili, le carrube, appunto, e usato come albero ornamentale nei giardini.

Ma cosa ci fa nell’elenco degli ingredienti minimal di Alga Klamath Super Fit?

Le carrube sono ricche di proteine e carboidrati, e hanno un basso contenuto di grassi. Contengono calcio, magnesio, fosforo, ferro, manganese, potassio, rame, bario, nichel, rame e vitamine come B, A, D, B3 e B2. Non mancano anche dei potenti antiossidanti: i polifenoli.

Ma vediamo nel dettagli quali sono le proprietà salutari di questo ingrediente di Alga Klamath Super Fit.

La carruba fa dimagrire

Se si trova in Alga Klamath Super Fit, la carruba dovrebbe aiutare a perdere peso. In che modo? La carruba ha una fibra che inibisce la secrezione della grelina postprandiale, che è un ormone che può causare appetito anche quando abbiamo appena mangiato.

Conosciuto anche come l’”ormone della fame”, la grelina è prodotta principalmente nell’intestino ma anche nel cervello, nel pancreas e nell’intestino tenue. In uno studio, i ricercatori hanno analizzato 20 soggetti sani di età compresa tra 22 e 62 anni, che hanno assunto fibra di carruba prima dei pasti.

La carruba ha dimostrato di diminuire la produzione di grelina, fornendo maggiore sazietà nei soggetti durante un pasto e quindi prevenendo l’eccesso di cibo.

Per finire, la carruba è ricca di fibre insolubili, che aiutano a far transitare le feci attraverso il tratto digestivo e contribuisce a movimenti intestinali sani. Come sappiamo, la fibra è essenziale per la salute dell’intestino e il mantenimento di un intestino sano è a sua voltafondamentale per qualsiasi programma di dimagrimento sicuro.

La carruba fa bene all’apparato gastrointestinale

La carruba è da sempre utilizzata nella medicina tradizionale per il trattamento dei disturbi gastrointestinali. La pianta ha proprietà antimicrobiche, antinfiammatorie, antiossidanti, anti-diarroiche, anti-costipazione, antiulcera e anti-assorbimento del glucosio nel tratto gastrointestinale.
La carruba riduce il colesterolo
La polpa di carruba ha fibre insolubili che sono note per influenzare i lipidi nel sangue. L’assunzione regolare di prodotti alimentari ricchi di fibra di carruba ha effetti benefici sul profilo lipidico del sangue. Abbassa infatti il livello di colesterolo cattivo e aumenta quello buono.

La carruba è un potente antiossidante

Le ricerche mostrano che questo ingrediente di Alga Klamath Super Fit è ricco di polifenoli. Questi inibiscono l’azione dannosa dei radicali liberi, delle molecole “impazzite” che danneggiano le cellule.

La carruba aiuta a prevenire il diabete

La carruba aiuta nella prevenzione dei picchi di zucchero nel sangue ed è considerata una scelta dietetica sicura per i pazienti diabetici. É un ottimo sostituto per il cioccolato e fornisce anche fibre e proteine. La carruba dovrebbe essere sulle tavole di tutte le persone che stanno cercando di perdere peso senza compromettere la salute dei denti.

La carruba è un trattamento del raffreddore

La carruba è ricca di antiossidanti, vitamina E e fitonutrienti utili per il trattamento di malattie come il raffreddore e l’influenza. La carruba ha acido gallico che offre proprietà anti-allergiche, antisettiche e antibatteriche. Tratta anche la tosse e l’anemia.

Come si usa Alga Klamath Super Fit

La posologia consigliata per Alga Klamath Super Fit è di due pastiglie al giorno, in corrispondenza dei pasti principali. Attenersi in ogni caso alle indicazioni del foglietto illustrativo.

Controindicazioni di Alga Klamath Super Fit

Alga Klamath Super Fit non è un farmaco e non presenta controindicazioni particolari. Se ne sconsiglia comunque l’uso a donne incinte e persone affette da gravi patologie, come per qualsiasi altro integratore dimagrante.

Dove acquistare Alga Klamath Super Fit

Alga Klamath Super Fit può essere ordinato sul sito ufficiale dei produttori:

Alga Klamath Super Fit funziona davvero?

La risposta a questa domanda dipende chiaramente dalla nostra aspettativa. Sì, Alga Klamath Super Fit funziona se la usiamo come coadiuvante in un processo dimagrante che comprende anche qualche forma di esercizio fisico e una dieta varia e bilanciata.

No, Alga Klamath Super Fit non funziona se pensiamo di poter perdere peso anche continuando a mangiare in maniera disordinata e a fare una vita del tutto sedentaria.

Il vantaggio di prodotti di questo tipo è che ci aiutano a ridurre i tessuti lipidici e riducono il senso di fame nervosa. Facciamo quindi meno fatica a controllare quello che mangiamo proprio grazie ai loro principi attivi sazianti. E l’esercizio che facciamo ci fa bruciare più calorie grazie alle loro proprietà bruciagrassi.

Non servono quindi diete radicali o allenamenti da maratoneti. Bastano piccoli accorgimenti per rimanere del tutto soddisfatti da Alga Klamath Super Fit.

Iniziare a fare esercizio fisico partendo da zero

L’ideale sarebbe che il momento in cui apriamo la confezione di Alga Klamath Super Fit fosse anche un momento di svolta. Iniziamo un percorso dimagrante, avvalendoci delle proprietà provate dell’alga Klamath e della carruba.

Ma allo stesso tempo mettiamoci d’impegno per dare il nostro contributo al cambiamento. Il premio sarà un corpo nuovo, più sano, attraente e attivo. Non sappiamo da dove iniziare? Proviamo a dare qualche facile suggerimento.

1. Partiamo dalle basi: iniziamo a camminare

Il nostro programma “Camminare per dimagrire” vi guida passo passo, è proprio il caso di dirlo, verso il dimagrimento!

2. Step successivo: la corsa

Per chi si sente pronto all’azione suggeriamo una guida per arrivare da zero a correre un’intera ora.

3. L’outdoor non fa per noi? Ecco tapis roulant e pedane vibranti

Volete allenarvi a casa? Date un’occhiata ai nostri articoli “La migliore pedana vibrante: opinioni e recensioni” e “I migliori tapis roulant per dimagrire”.

4. Risparmiamo sull’abbonamento trasformando il nostro salotto in palestra

Scoprite AB Booster Plus e il perché del suo successo!

5. Inseguendo la tartaruga

Volete la “tartaruga” addominale? Provate ad esempio la cintura dimagrante X-Shaper, e l’elettrostimolatore di ultima generazione GymForm Total ABS.

6. Glutei e gambe da spiaggia in poche settimane

Sale l’ansia da prova costume? Fanno al caso vostro il set di fasce elastiche ABO Fitness Powerbands, oppure GymForm Squat Perfect, l’attrezzo per fare squat a regola d’arte.

Opinioni di chi ha provato Alga Klamath Super Fit

Alga Klamath Super Fit l’ho tirato fuori da un sito sui supercibi che vanno di moda adesso. Non è che mi interessasse tanto la moda in sé, più che altro se c’è qualcosa che può farmi buttare giù i chili di troppo ben venga. Allora sono andata sul sito ufficiale e l’ho comprato, tra l’altro c’era uno sconto anche molto buono. Lo prendo da un mese e l’effetto principale è che la fame che avevo a tutte le ore è sparita. Sto iniziando a dimagrire, magari non velocemente come mi sarei aspettata, ma per ora non posso dirne male.”

Antonia, 29

Essendo un uomo non è che le pillole dimagranti sono in cima ai miei interessi. Ma ha insistito mia moglie per farmele prendere, visto che la mia pancia sta crescendo di anno e in anno. Sono d’accordo che era ora di darsi una regolata, insomma. Ha trovato lei questo Alga Klamath Super Fit, perché appassionata di tutti quei cibi strani. A me bastava che funzionasse. Non sono rimasto deluso: mangio meno fuori pasto, il girovita è calato già di qualche cm e mi sento pieno di energia anche se mangio meno. Buon prodotto, per quello che vedo io.”

Terence, 39

Trovato online su un blog di cibo healthy. Ordinato e arrivato in 24 ore, molto buono il servizio di consegna. Pagamento in contrassegno. Quattro settimane di utilizzo di Alga Klamath Super Fit: tre chili andati, mi sento sgonfiata, meno grasso addominale. Consigliato.”

Silvia, 42

Conclusioni

Alga Klamath Super Fit cavalca la moda dei superfood? Sì, certo. Ma abbiamo tutta la convenienza a cavalcarla anche noi, quando si tratta di prodotti validi, passati al vaglio della ricerca scientifica. È questo il caso dell’alga Klamath e della carruba, con i loro effetti sazianti e regolatori dei grassi e degli zuccheri.

Abbinato a uno stile di vita sano e a una dieta bilanciata e senza eccessi, Alga Klamath Super Fit ci permette di voltare pagina. E di ristabilire quell’armonia con il corpo che lo stress quotidiano e il cibo spazzatura ci hanno sottratto.

Vedi anche: